UK, La costituzione del primo gruppo operativo su Typhoon

Little Bird scrive:UK, La costituzione del primo gruppo operativo su TyphoonIl 31 marzo 2006 segna l'inizio di una nuova era per la Royal Air Force, in corrispondenza con la costituzione del primo gruppo operativo su Typhoon, il gruppo caccia No 3, avvenuta nella base Raf di Cottesmore, alla vigilia del 88o anniversario della Raf.
La costituzione del 3o gruppo segna l'inizio della transizione della Raf verso una forza di spedizione più agile, capace, flessibile e adattabile, dotata di equipaggiamenti migliori, per poter meglio rispondere alle esigenze che si paleseranno in futuro.
Una cerimonia per sottolineare una quantità di cambiamenti, che sono per tradizione fatti coincidere con l'anniversario della nascita della Raf il 1o aprile 1918, ha avuto luogo a Cottesmore.In aggiunta alla costituzione del primo gruppo operativo su Typhoon, che sara' basato presso Raf Coningsby nel Lincolnshire, altri elementi di cambiamento includono: la ricostituzione del 800 Naval Air Squadron su Harrier GR7/9 sulla base di Cottesmore, come parte della Joint Force Harrier; la ridislocazione del 6° Squadron Jaguars da Raf Coltishall a Raf Coningsby; la istituzione degli Expeditionary Air Wings, mobili, che miglioreranno il supporto alle operazioni Raf fuori area; la formazione di un nodo-logistico presso Raf Wittering e un nodo-comunicazioni presso Raf Leeming per unità mobili; la razionalizzazione dell' HQ di Strike Command, con la chiusura del 3o raggruppamento; la chiusura di Raf Stafford e Raf Sealand.Nell'occasione, il capo di stato maggiore della Raf Air Chief Marshal Sir Jock Stirrup, ha detto: "Si festeggia l'88o anniversario della Raf, ed è giusto che i cambiamenti che stiamo implementando in tutta la forza armata, sottolineati dalla cerimonia di oggi, ci facciano continuare nel nostro impulso verso il mantenimento delle nostre straordinarie capacità operative e l'impiego di tecnologie di punta, nella nostra forza armata.
Queste ristrutturazioni sono essenziali e renderanno possibile la nostra volontà di fornire una forza aerea altamente capace, costo-efficace e potente, in grado di produrre un contributo vincente, sia in situazioni operative che in operazioni umanitarie e di soccorso.
Il risultato sarà una forza aerea ancora più flessibile e adattabile, organizzata al meglio per affrontare gli impegni che sarà chiamata ad affrontare in futuro.
Questi cambiamenti vedono l'entrata in servizio di uno degli aerei più potenti che abbiano mai volato e ci permettono di poter fornire il miglior supporto possibile alla nostra [...]

Leggi tutto l'articolo