UN BACIO ANCORA...giù

L'immagine ha catturato subito la mia fantasia, un'altra epoca si nascondeva e nel suo interno una poesia era intrappolata, dovevo liberarla, così ho deciso e così ho fatto...
  Un Bacio ancora.
Nelle trasparenze sento il suo profumo, innanzi a me la scala della vita ove il profumo suo è immerso, lento è il salir, gradino dopo gradino, odo il suo respiro, soffermo la mia vita a metà strada, mi guardo intorno, la presenza sua è sempre più forte, silente sto su questa grata, il battito del petto mio sì forte ricopre il suo, continuo nel mio salir la via e chiedo al cuore e alla mente mia, è ciò che voleva quell'anima ? mistero lei, curioso io, innanzi vado finché m'appare e lì in quell'attimo di vita, con la dolcezza le alzerò il velo che le ricopre il viso, la guarderò negli occhi, fino a fondermi in lei, senza aprir la bocca le chiederò.
"Anima mia ti ho cercato su questa scala della vita, per tanto tempo, adesso che sei qui non svanir nel nulla.
Ella sorrise, mi diede un bacio e in un soffio svanì nell'aria.
Da quel dì, il suo profumo lo sento ancora da mattina a sera, così quel bacio che mai più dimenticar potrò.
Giuseppe Morelli Giù 18/05/201617.00 Opera di Giuseppe Morelli Copyright registrato(siae) (Tutti i diritti riservati ®©)

Leggi tutto l'articolo