UN COMICO HA INDEBOLITO LA POLITICA

Un comico ha indebolito la sinistra Articolo di Politica interna, pubblicato sabato 3 aprile 2010 in Svizzera.
[Le Temps] Il movimento di Beppe Grillo è accusato d’aver fatto perdere il Piemonte al Partito Democratico.
La formazione di Pierluigi Bersani tenta di mascherare la sconfitta delle regionali.
Fino ad ora il suo Vaffanculo alla classe dirigente non era stato altro che una battuta divertente lanciata durante meeting a metà strada tra spettacolo e politica.
L’urlo di protesta del comico genovese risuona ormai nelle urne.
In occasione delle elezioni regionali del 28 e 29 marzo, il suo “Movimento 5 stelle” ha creato sorpresa e, senza dubbio, fatto perdere il Piemonte alla governatrice uscente (Partito Democratico) Mercedes Bresso a vantaggio del candidato della Lega Nord Roberto Cota.
“Il Cancro della democrazia” Presentando le liste in cinque regioni, il celebre Beppe Grillo, una sorta di Coluche [Fu attore e comico francese, N.d.T.] italiano di 61 anni, ha fatto un passo ulteriore nella sua crociata contro la “casta” politica, contro il “nano” Berlusconi e contro la sinistra che lui accusa essere lontana dai problemi quotidiani dei cittadini.
Nel Settembre 2007, il suo “vaffanculo-day” organizzata in più di 200 città, aveva già riunito decine di migliaia di persone.
Circa 50,000 solo a Bologna, cuore della regione rossa dell’Emilia Romagna, dove il comico aveva, tra le altre cose, denunciato “i partiti che sono il cancro della democrazia” e lanciato una petizione che che rivendicava l’espulsione dal Parlamento dei condannati ed la limitazione dei mandati a due legislature.
Fuori dai canali tradizionali, i grillini hanno continuato a mobilitarsi principalmente su internet.
Il “Movimento cinque stelle” fondato l’anno scorso raggruppa principalmente giovani e molti laureati e si focalizza su questioni come sanità o trasporti a livello locale.
In Piemonte, i grillini si sono peraltro mobilitati contro il progetto TAV Lione-Torino.
Il loro candidato ha ottenuto il 3.4% mentre la Bresso ha perso la battaglia solo per lo 0.5% dei voti.
Crisi di risata offesa Complessivamente, il movimento di Grillo ha ottenuto 500,000 voti, superando addirittura il 7% in Emilia Romagna.
“Non è che un inizio”, pronostica il comico, che assicura di non aver sottratto voti alla sinistra ma di aver semplicemente conquistato gli elettori che pensavano di astenersi.
Comunque sia, i responsabili del PD hanno una crisi di risata offesa .
Pierluigi Bersani, il segretario del partito, ha tentato in [...]

Leggi tutto l'articolo