UN GIUBBOTTO PER PROTEGGERE I CANI DAI PREDATORI Un'armatura spinosa che i nostri amici a quattro zampe possono indossare all'aperto per evitare gli attacchi degli altri animali

CoyoteVest è un'azienda californiana che ha lanciato una linea di giubbotti di protezione per i piccoli cani domestici in caso di attacco.
Molto spesso, quando i proprietari dei cani li portano al parco, in spiaggia o in zone di montagna per una passeggiata, hanno paura che possano essere attaccati da cani più grandi, falchi o addirittura lupi e coyote (c'è una storia personale dietro al fatto che proprio da questi canidi indigeni originari del Nord America viene il nome dell'azienda).
Questo giubbotto è un'armatura spinosa che rende difficile per i predatori sferrare l'attacco e fornisce ai proprietari la possibilità e il tempo di intervenire se i loro amati animali domestici sono stati designati come preda.
Paul e Pamela Mott hanno creato il CoyoteVest dopo l'esperienza straziante di aver visto uno dei loro compagni canini essere trascinato via da un coyote, un giorno al parco.
Hanno cercato di incanalare il loro grande dolore non solo nel prendersi cura degli altri animali domestici che avevano, ma anche vendendo centinaia di questi giubbotti ad altri proprietari di animali domestici – alcuni lo hanno chiesto anche per i gatti – che sono altrettanto preoccupati per la loro sicurezza.
Il giubbotto di base comprende una striscia di dodici spuntoni intorno al collo e una fascia di resistentissima fibra sintetica Kevlar per proteggere la schiena dei cani.
Si possono poi aggiungere altri 26 spuntoni lungo la schiena e una serie di setole in nylon per colpire gli occhi e la bocca del predatore.
L'aggiunta finale del CoyoteVest è l'opzione «scossa elettrica»: un impulso elettrico con comando a distanza controllato dal proprietario che si solleva attraverso fibre metalliche nel giubbotto.
Ovviamente questo non implica il 100% di sicurezza che il cane sarà salvo in caso di attacco, ma di certo dà molte armi di difesa, tra le quali il tempo di intervenire da parte dei proprietari.
Ma in ogni caso, i coniugi Mott consigliano di tenere sempre sotto controllo il proprio cane quando si temono attacchi.
Fonte: www.ecoseven.it

Leggi tutto l'articolo