UN MONDO PIU’ EQUO

Analizzando  il sistema capitalista in modo critico ci si forma l'idea che questo non risponda alle esigenze di tutti i membri della società.
Tutte le sue contraddizioni e caratteristiche si ripercuotono infatti negativamente sulle fasce più vulnerabili della popolazione.
Non solo la ricchezza è distribuita in modo molto ineguale, ma pure la libertà e la democrazia non sono le stesse per tutti perché dipendono soprattutto dalla condizione economica della persona o di un gruppo di individui.
La comunità che io penso e che vorrei  veder  realizzata , come tutte le comunità  dalla più piccola  sino alla più grande che si identifica con la Nazione o Stato, deve fondarsi su due punti essenziali: sulla Ricerca del Bene       di ogni singolo individuo nel rispetto del Bene di tutti (Bene inteso come felicità, benessere sia  spirituale che materiale quest’ultimo tramite ridistribuzione delle ricchezze e servizi sociali elevati).
Tolleranza, che è la  qualità per cui si permettono e si accettano idee e atteggiamenti diversi dai propri  e si dimostra comprensione per gli errori e i difetti  altrui purchè nel rispetto del punto 1.
Ho scritto alcune mie idee che vorrei condividere con altri che hanno gli stessi intendimenti  e con il loro contributo  provare a costruire qualcosa di tangibile per noi e per i nostri figli.
Sarò lieto di far leggere i miei scritti a proposito dell’economia e della società a chi vorrà contattarmi via e-mail: tonito_ab@yahoo.it

Leggi tutto l'articolo