UNA LETTERA D'AMORE

Tempo fa una cara amica di blog mi ha inviato una mail contente una Lettera d'Amore che  aveva scritto recentemente dopo che  una storia, in cui forse aveva creduto o almeno sperato, si è dissolta lasciandole probabilmente l'amaro in bocca.
Ha voluto che  dessi a queste sue emozioni la mia voce, così ho pensato, con il suo permesso, di pubblicarla anche nel mio blog e di interpretarla, sperando di cogliere in qualche modo le sensazioni che l'hanno accompagnata e che probabilmente sono comuni a molte donne che si sono sentite deluse da qualche uomo su cui avevano coltivato delle aspettative, e che forse, almeno in parte, potrebbbero riconoscersi nella parole della mia amica, che per ovvi motivi  preferiamo ambedue che rimanga anonima.
(Essendo io un uomo ho dovuto cambiare il destinatario, trasfomandolo in donna, ma la lettera originale è naturamente rivolta ad un uomo).
Ciao amore mio, permettimi di chiamarti così una volta ancora… Non so bene il significato di questa lettera, ma all’improvviso ho sentito il bisogno di scriverti tutto quello che ho dentro.
Da quando mi hai lasciato tutto mi sembra inutile.
Avrei tanto desiderato ancora una volta parlare con te, ricominciare una nuova amicizia, un nuovo”noi”, ma tu non hai voluto e forse è stato meglio così, grazie per avermi  bloccato.
Non nego che ho le lacrime che bagnano ancora la tastiera, mi sento vuoto, ferito, abbandonato.
Mi  guardo allo specchio e non mi riconosco più.
Ho ancora lo stesso volto di sempre, ma senza vita, senza gioia.
Non più quella luce negli occhi che mi faceva brillare una volta, nulla, ma solo dolore e lacrime.
Vorrei ritrovare la persona che ero tanto tempo fa, prima che la sofferenza mi spezzasse il cuore, e per nessuno altro, ma solo per me.
Mi manca il suo sorriso, la sua gioia di vivere, la sua spontaneità, ma quella persona è morta e non tornerà mai più a vivere.
Per quanto posso, cerco di vivere la vita in tutti i suoi doni, così come viene, giorno per giorno cercando di superare le avversità.
Cerco di trovare la forza immergendomi nel tuo ricordo o nelle parole di una canzone, ma non ci riesco...non trovo pace.
Ho l´impressione che dentro di me stia cambiando qualcosa, mentre io non voglio cambiare.
Che mi succede? Qualcosa mi spinge a pensare di essere pentito di averti amato cosi tanto, ma no, perché quando l´ho fatto ero felice.
Io ho trovato quello che molti cercano e pochi trovano, io ho trovato l'amore.
Mi sarebbe piaciuto averti anche solo per un’ora, un giorno, non mi sarebbe importato, rimarrà un [...]

Leggi tutto l'articolo