UNA LEZIONE DA MILLESEICENTO EURO

 
La notizia è che all'Ospedale “Niguarda” di Milano, per venticinque posti di infermiere - retribuzione di 1.600 euro al mese - si sono presentati in tredicimila. Tredicimila diviso venticinque fa cinquecentoventi. Cinquecentoventi concorrenti per ogni posto.  Questa non è soltanto cronaca, è l'occasione per una riflessione economica, anche se per qualcuno suonerà irritante.
Cinquecento concorrenti per un singolo posto si spiegherebbero se essere infermieri in quell'ospedale fosse uno straordinario vantaggio, come ottenere una pensione di diecimila euro al mese fino alla morte, senza far nulla. Viceversa quel lavoro non sempre è piacevole, non sempre si fa nelle ore normali e non sempre si è liberi la domenica. E con milleseicento euro al mese una famiglia non vive certo nel lusso. Dunque la spiegazione deve necessariamente essere un'altra e la prima parola che viene in mente è disoccupazione. Ma non basta.
I disoccupati non fanno certo a gomitate per essere assunti come fornai o gia...

Leggi tutto l'articolo