UNA NUOVA AVVENTURA

Eccoci qui, pronti a partire.
Da dove veniamo? Dal Blog "Per Certosa", che per quattro anni ha dato voce a un quartiere di San Donato Milanese, privo di rappresentanza.
Dove andiamo? Io spero che lo decideremo insieme.
Questa volta scrivo in prima persona, anche se mi aiuteranno ancora, in questa nuova avventura, Lodovico Casentini e Maurizio Bortot, come sempre.
Tuttavia mi prendo carico per intero dei contenuti di questo nuovo strumento di comunicazione per creare un rapporto più diretto tra chi scrive e chi legge.
Dove andremo, si diceva.
Innanzitutto grazie a tutti coloro che hanno seguito il blog "Per Certosa", soprattutto a coloro che hanno scritto commenti, lettere, hanno inviato foto e notizie.
La collaborazione dei lettori è preziosa per allargare gli orizzonti.
Insieme siamo arrivati fin qui.
Ora però è necessario mettere un punto e ricominciare daccapo.
Certosa Today si rivolge a una nuova Certosa, quella di oggi, appunto.
Una Certosa un pochino diversa rispetto a quando abbiamo cominciato a darle voce, quattro anni fa.
Apparentemente non è cambiato molto, in realtà siamo arrivati a un punto di svolta.
Il lavoro del nostro blog, la continua presenza di Certosa sui principali mezzi d'informazione locali, il lavoro del Comitato Quartiere Certosa, hanno permesso di gettare le basi per una piccola rinascita del nostro quartiere, che non è più la "Cenerentola" di san Donato.
I nostri problemi hanno avuto vasta eco, sono stati portati più e più volte all'attenzione dell'Amministrazione precedente ed ora sono stati riproposti a quella attuale.
Nel frattempo si è ottenuto, grazie al paziente lavoro del Comitato, di evitare ogni tipo di costruzione sull'area del parcheggio Pirelli, contigua al parco di via Olona, che diventerà dunque un parco attrezzato al servizio della popolazione.
Il laghetto di via Volturno è stato mantenuto evitando il suo previsto interramento, e lo scavo di un pozzo artesiano per la captazione dell'acqua di falda fa sì che l'alimentazione dell'invaso sia a costo zero, mentre prima il Comune doveva pagare una bolletta molto salata per il consumo di acqua potabile.
La voragine del parcheggio di via Adda è stata provvisoriamente chiusa dopo aver riparato la conduttura della roggia sottostante e si sta indagando per risolvere una volta per tutte la situazione delle rogge che scorrono sotto il parcheggio.
E' stata trovata la convenzione che regola i rapporti tra i due comuni limitrofi in merito al parcheggio stesso, dopo anni di insabbiamento.
Ma altri interventi sono ormai maturi: se [...]

Leggi tutto l'articolo