UNA STRAGE COMMENTATA DA TRUMP

La più grande e terribile strage nella storia del Texas: un ex militare entra in una chiesa battista in un paese di 400 anime, Sutherlands Springs, e su cinquanta persone presenti al rito domenicale, ne stermina 26, bambini compresi.
Scene pazzesche e terribili: armato di un fucile automatico spara a casaccio sui presenti, poi fugge  in macchina inseguito dalla polizia e quando finalmente lo raggiungono, lo trovano morto ammazzato da un cittadino che avendo appreso della sua fuga, lo ha incrociato e con la sua arma lo ha freddato! Roba da "far west" come spesso accade e ogni volta si ripropone il problema delle armi che circolano liberamente in grandissima quantità.
Trump dall'estero ha così commentato: "La strage in Texas è stata drammatica, ma ancora un volta devo sottolineare che il problema non riguarda le armi che circolano.
Aveva problemi familiari l'ex militare".
Domando: "E se non avesse avuto un fucile mitragliatore, come avrebbe ucciso 26 persone? Strangolandole a...ra...

Leggi tutto l'articolo