UNO E "CINQUE"

UNO E "CINQUE"SI, E' PROPRIO VERO.
I POLITICI HANNO SUPERATO PERFINO LA SANTA TRINITA'.
OGNUNO DI LORO, INFATTI, IN VIRTU' DELLA LEGGE ELETTORALE, RECENTEMENTE PUBBLICATA, CHE HA CONTRIBUITO A RENDERE ANCOR PIU' DEGRADATO L'ORDINAMENTO NORMATIVO, VISTO IL SUO CONTENUTO, PREVEDE, TRA L'ALTRO, QUANTO SEGUE:"NESSUNO PUO' ESSERE CANDIDATO IN PIU' DI UN COLLEGIO UNINOMINALE, A PENA DI NULLITA'.IL CANDIDATO IN UN COLLEGIO UNINOMINALE PUO' ESSERE CANDIDATO, CON IL MEDESIMO CONTRASSEGNO, IN COLLEGI PLURINOMINALI, FINO AD UN MASSIMO DI CINQUE".NON SO QUANTO POSSA ESSERE PERTINENTE, CON QUANTO PRECEDE, MA LO SCRIVO COMUNQUE: IERI SERA, PER QUANTO HO SENTITO STAMATTINA, NELLA TRASMISSIONE DI VESPA "PORTA A PORTA" (CHE NON HO VISTO, PERCHE' NON HO TEMPO DA PERDERE), RENZI AVREBBE DETTO CHE SE BERLUSCONI DOVESSE ESSERE CANDIDABILE LO SFIDERA' NEL SUO COLLEGIO DI MILANO UNO.E' OVVIO L'INTENTO, CHE DI CERTO NON SARA' SFUGGITO AI PIU' ACUTI, DI VOLER FOCALIZZARE TUTTA L'ATTENZIO...

Leggi tutto l'articolo