USA mutui a tassi piu' bassi ma per i consumatori cambia poco

La presa di controllo di Fannie Mae e Freddie Mac da parte del governo Bush se da un lato fa volare i listini di tutto il mondo e punta a stabilizzare i mercati, dall'altro solleva da più parti molti dubbi e  perplessità.
Oltre ai costi dell'operazione le perplessità sono legate sulle conseguenze che il salvataggio avrà sui consumatori e sulla sua adeguatezza a mettere al riparo i mercati da eventuali turbolenze.
In particolare, il dubbio è: il salvataggio di Fannie e Freddie è sufficiente oppure ci saranno ulteriori interventi? Per i consumatori il salvataggio si tradurrà in calo iniziale dei tassi sui mutui: si tratterà comunque di una flessione contenuta che non riuscirà a invertire il trend di calo dei prezzi.
Alcuni potranno approfittare per spuntare condizioni migliore nel rinegoziare il proprio prestito.
E le regole del settore potrebbero subire lievi cambiamenti.
"E il governo federale - osserva il New York Times - pagherà per tutto questo con i soldi dei contribuenti".
E tutto questo - precisano alcuni osservatori - potrebbe causare più arrabbiature da parte dei consumatori che altro: il mercato magari si stabilizzerà ma questo non è detto che si tradurrà in una spinta a comprare per i consumatori.
Inoltre chi ha accesso mutui a tasso fisso non godrà di alcun vantaggio, anzi "si indignerà" per l'accaduto.
"Il commissariamento che il segretario al Tesoro Henry Paulson ha annunciato non è altro che una nazionalizzazione con un altro nome.
Non è stato facile per un'amministrazione repubblicana prendere il controllo dei due colossi dopo aver promesso per due mesi che non lo avrebbe fatto", afferma il Financial Times, osservando come la nazionalizzazione di Fannie e Freddie, "in un paese poco disposto al controllo pubblico" é circa 25 volte maggiore di quella condotta per la britannica Northern Rock.
A pagare il prezzo del salvataggio - prosegue il quotidiano economico - saranno gli investitori in azioni ordinarie e privilegiate.
I possessori di titoli senior, molti dei quali sono investitori esteri, godranno invece di una maggiore protezione, mentre i veri vincitori saranno i possessori del debito subordinato.

Leggi tutto l'articolo