Uccise palestinese, 18 mesi a agente

(ANSAmed) – TEL AVIV, 19 AGO – La Corte Suprema israeliana ha raddoppiato la sentenza, di nove mesi, di un ex agente di frontiera, Ben Deri, condannato – secondo le indagini – per aver colpito a morte un adolescente palestinese disarmato circa quattro anni fa durante scontri a Betunia in Cisgiordania.
Lo riferiscono i media secondo cui la Corte – a maggioranza di due su tre giudici – ha deciso di raddoppiare, portando a 18 mesi, la pena per l’ex agente dopo che in una prima sentenza di patteggiamento un tribunale aveva deciso per 9 mesi.