Ulivo

 
Ulivo. Anima della nostra Terra .

Ulivo che cresci rigoglioso, che da cent'anni e più domini su queste terre , che hai trovato un modo per guarire dall'inganno dell'uomo,
a te canto quest'ode .
Amico della mia fanciullezza, lasciati accarezzare i rami, affinché in ottobre colga i tuoi frutti . Oh quante volta sono stato sulle tue radici da ragazzo seduto ad ammirare le tue folte chiome, e guardavo dentro i tuoi buchi, immaginando a chissà quali folletti , ivi ci abitassero, e colmavi la mia immaginazione.
Accarezzavo la tua corteccia, toglievo dalle tue radici , i nascituri, i vinchi, affinché mio padre ne potesse fare cestini intrecciati con canne e vimini.
E se sbagliavo il taglio, la tua corteccia si staccava, e mostrava un filo sanguigno, mi dispiaceva, perché pensavo, chissà come urla ed io non sento .Versavo acqua, sperando di poter lenire il tuo dolore.
E la sera mi arrampicavo sui tuoi possenti rami ,sedendomi e guardando da un altro punto di vista la mia terra, il cielo ...

Leggi tutto l'articolo