Un'agenda verde per la crescita

Dal ministro Corrado Clini un'agenda "verde" in otto punti: green economy, "de-carbonizzazione" dell'economia e riduzione delle emissioni, lista delle tecnologie verdi, città sostenibili e "smart", contromisure per il clima che cambia e sul dissesto idrogeologico, cooperazione ambientale nel mondo, semplificazione e trasparenza per le autorizzazioni che non difendono l'ambiente, fiscalità ambientale al posto del fisco sul lavoro.
L'agenda verde del ministro dell'Ambiente è un documento che "prende le mosse da quanto abbiamo fatto con il Governo Monti e vuole essere uno stimolo per le scelte ambientali del prossimo Governo", afferma Clini.
Negli otto punti, il ministro - non candidato, e quindi fuori dalla campagna elettorale - indica gli strumenti della leva ambientale per l'economia, l'innovazione e l'occupazione soprattutto nelle piccole e medie imprese.
Il documento è anche uno spunto per il dibattito cui vorranno partecipare cittadini, aziende, esponenti politici, giornalisti, imprenditori della green economy attraverso il documento e attraverso un forum web all'indirizzo:http://agendaverde.mastertopforum.com/ 

Leggi tutto l'articolo