"Un calamaio vuoto".

Ma è vero che il poeta Silvio Pellico scrisse il libro "Le mie prigioni" usando il sangue delle sue vene perchè i carcerieri dello Spielberg in Austria non gli volevano dare carta e inchiostro per scrivere?Questo è falso oppure quello che si vocifera nelle scuole è vero?Per favore se c'è qualcuno che s'à la verità mi risponda.Grazie.Ciao.
"Che io sappia si tratta di un falso storico, su nessun libro scolastico si accenna a una cosa del genere."

Leggi tutto l'articolo