Un curioso fine settimana

Gli ultimi due giorni sono stati completamente emotivi, quasi onirici.
E ora non saprei dire se e quanto stia vivendo una fase di squilibrio psichico.Troppe suggestioni create dalla mia testa e che poco hanno a che fare con un'oggettività, e nulla con la concretezza. Nelle ultime ore le persone che mi sono state familiari sono stati i conduttori del festival di Sanremo (???).
Il messaggio che più mi ha confortato e tirato su il morale, che veleggiava sul malinconico-affranto, è stato quello di un cantante che amo (e sorrido se ripenso che proprio lui mi ha scritto). E ancora, chi mi ha ferito un regista-attore; quello spiacevole scambio con il giovane regista teatrale in fase di grande ascesa: rimproverata per avergli scattato fotografie nel corso dello spettacolo, mentre io lo stavo aspettando per potergli elargire i miei complimenti.
E pensavo "ma piuttosto che essere notata negativamente, preferisco passare inosservata!".
Ero così amareggiata per essere stata ripresa da lui.
Mi son...

Leggi tutto l'articolo