Un gioco di squadra per gli autobus a metano

A Mestre già ridotte di 9 mila kg le emissioni di PM10, di 200 mila i Nox.
In arrivo altri 10 nuovi mezzi a metano, anche Chioggia tre minibus.
MESTRE (23/09/2009) — Una riduzione di circa 9.000 chilogrammi di polveri sottili (PM10) immesse nell'atmosfera, di circa 200.000 chilogrammi di ossidi di azoto (Nox), e di circa 150.000 chilogrammi di ossido di carbonio (CO).
E' l'obiettivo già raggiunto da Actv grazie all'introduzione, nel servizio urbano di Mestre, di 35 autobus a metano i cui motori, tra l'altro, producono bassi livelli di emissione sonora e vibrazioni rispetto ai motori diesel, e per questo motivo favoriscono inquinanti, e il confronto tra mezzi pubblici e automobili è davvero rilevante.
“ASSTRA ha confrontato le emissioni pro-capite di chi viaggia su un autobus a diesel Euro III, notevolmente più inquinante di un autobus a metano, e chi si sposta con un'auto Euro IV - ha spiegato il presidente di Actv -.
In automobile l'e-missione pro capite di monossido di carbonio è di 3,70 grammi a chilometro, in autobus di soli 0,0234 grammi.
L'emissione procapite di anitride carbonica utilizzando un autobus a diesel è di 15,734 grammi al chilometro, con un'automobile Euro IV ben 242,62 grammi al chilometro”.
L'obiettivo è arrivare ad avere esclusivamente autobus a metano per il servizio urbano di Mestre.
Chioggia dovrebbe invece vedere a breve introdotti tre nuovi minibus a metano, finora gli unici mezzi a metano in servizio sono tre bus Cacciamali attivi principalmente sulla linea "Navetta Lusenzo".
(fonte: Città e Mobilità, ufficio stampa Actv SpA)  

Leggi tutto l'articolo