Un gruppetto di ragazzi

Siamo nelle valli novaresi.
Nella piazzetta di Cureggio un gruppetto di ragazzi si sta domandando perché Alberto, amico comune, abbia ucciso Yoan, altro amico comune, per la vaga e ipotetica gelosia che la sua ragazza lo avesse lasciato per avergli preferito l’amico.
Alberto Pastore, 23 anni, per tutti i suoi amici era un ragazzo simpatico e normalissimo e le dichiarazioni lasciate da lui nel video sembravano dettate da un altro, tanto erano fredde, ciniche, assurde.Come può essere che Alberto, da amico di squadra, in poche ore divenga autore di un omicidio così efferato? Di questo discuteva il gruppo.
A poche centinaia di metri, davanti al fossato sotto un muretto di due metri, invece, un altro gruppetto, composto da due uomini e tre donne, copriva il luogo del delitto con due orchidee e una composizione colorata addobbata con un grande cuore e un messaggio con le firme delle due famiglie: “Yoan, da chi ti ama”.Questo secondo gruppo ci pone domande ancora più delicate.
Era composto da...

Leggi tutto l'articolo