Un mondo (di poesia) in tasca

Rovisto nella tasca di una giacca di un vestito che porto sempre m'accorgo che è parecchio grande! Mi sorprende in questa cerca strana da sempre una palpitazione al cuore che s’accompagna a dolce emozione.
Prediligo il far sera o la tarda ora In compagnia di sola luna chiara.
Magia allor si crea in questo mondo che porta fuori la mia brava mano adagiandosi su lindo fazzoletto nuovo, adornato d’umile candore Manti neri trapuntati di stelle oppure celestiali volte blu m’anche immensi cerchi arancioni tra virgole bianche che s’impongono agli orizzonti di colorati mari come affreschi di grandi pittori.
Sbadate emozioni da man tenute macchiano quel piccino spazio bianco ora rimediare voglio al malanno e cerco nella tasca altra soluzione … Una gomma-pane a forma di cuore, una piumona d’oca spelacchiata e una matita spuntata, nient’altro! Dal viso mio una lacrima spunta che ora non ho voglia d’asciugare.

Leggi tutto l'articolo