Un pezzettino della Vieste migliore nella missione "ExoMars"

Un pezzettino della Vieste migliore nella missione "ExoMars" mercoledì 23 marzo 2016 ore 19:41   E’ partita lunedì, 14 marzo, dal Cosmodromo di Bajkonur (Kazakistan) #ExoMars,‪la missione spaziale europea dedicata all'esplorazione del Pianeta Rosso, che si dipingerà metaforicamente presto anche di verde e di bianco.L'Italia, con i suoi scienziati e l'impegno finanziario e imprenditoriale lungimirante di alcune aziende strategiche, è in questo momento in prima fila nella scoperta di un pianeta, Marte, che si sta rivelando più simile alla Terra di qualche miliardo di anni fa di quanto non si ritenesse.
40 gli ingegneri italiani, da Torino e Roma, coinvolti.
Tra questi il 44enne ingegnere viestano Cosimo Massimiliano D’Ascanio, che oramai da anni lavora a Torino, alla Thales Alenia Space, società del gruppo Finmeccanica,  specializzata nel realizzare componenti meccanici ed elettronici per missioni spaziali.
“ È un’emozione grandissima  - ci fa sapere - essere qui e aver assistito a un momento importantissimo per l’Europa ma soprattutto per l’Italia, grande protagonista di questa missione”.
Marte è l'unico pianeta che ci assomiglia un pò.
Il satellite atterrerà fra 8 mesi e inizierà immediatamente a studiarlo.
In bocca al lupo DREAMS, in bocca al lupo ExoMars, in bocca al lupo Italia, in bocca al lupo Massimiliano!!

Leggi tutto l'articolo