Un ragionato pessimismo

Chiarita l'esistenza di un piano per un "Nuovo Ordine Mondiale" che fa capo alle grandi multinazionali e alle istituzioni finanziarie americane, da cui ha avuto origine a partire dalla fine della seconda guerra mondiale, premesso che la UE altro non è che diretta emanazione del suddetto piano (se volete saperne di più leggetevi "La Matrix Europea" di Francesco Amodeo), compreso che il paradigma del neoliberismo opera indisturbato distruggendo un po' alla volta gli stati sovrani, imponendo governi ad esse favorevoli e attuando il dogma del libero mercato globalizzato e della speculazione finanziaria ad esso collegata che, crisi indotta dopo crisi indotta, porterà una elite oligarchica sempre più ristretta ad arricchirsi smodatamente a spese dei popoli di tutto il pianeta, si evince che questo processo, che appare inarrestabile, avrà il suo compimento definitivo (chiamatelo, se volete, il "Grande Fratello") nonostante vi siano diversi e anche numerosi gruppi di intellettuali e cittadini ...

Leggi tutto l'articolo