Un romanzo eccellente di Ngaio Marsh

Ngaio Marsh : Artisti in Delitto (Artists in Crime, 1938) – trad.
Pietro Ferrari – Il Giallo Mondadori N° 2249 del 1992.
  Della vita di Ngaio Marsh, ho parlato altre volte, per cui stavolta non mi dilungo: ricordo tuttavia che fu una drammaturga e che coltivò l’hobby della pittura.
Queste due inclinazioni artistiche si trovano espresse, più volte, nell’arco della sua produzione.
Un esempio è Artists in Crime, 1938, tradotto e pubblicato in Italia, prima ne “I Gialli del Secolo” (traduz.
accorciata) negli anni ’50 col titolo “La modella assassinata”, e poi negli anni ’90 da Mondadori, col titolo fedele “Artisti in delitto”.
Va detto ad onor del vero che entrambi i titoli in questo caso potrebbero andar bene: il primo fa riferimento alla vittima, il secondo al possibile assassino.
Agtaha Troy ha uno studio avviato di pittura a Tatler’s End House.
Lady Alleyn di Dane’s Lodge, madre di Roderick, ha visitato nel passato, assieme al suo rampollo, una “personale” di Agatha Troy, ed entrambi erano rimasti colpiti dal tocco della pittrice; dopo l’incontro sulla nave “Suva”, Roderick viene colpito anche dalla personalità della pittrice, ma pensa di non esser stato interessante ai suoi occhi; non sa che la lei, è a sua volta rammaricata di aver fatto una misera figura, con una persona che pensava banale e che invece si era rivelata sensibile.
Insomma..le premesse ci sono.
E Roderick in una lettera prega la madre di andar a fare visita ad Agatha.
Fatto sta che un giorno, i due si incontrano di nuovo: motivo? Il fatto che Agatha ha organizzato a casa sua uno stage di pittura centrato sul “nudo”, con dei promettenti allievi: Cedric Malmsey, Wolf Garcia, Francio Ormerin, Phillida Lee, Watt Hatchett, Basil Pilgrim, Valmai Seacliff.
Chi mai potrebbe pensare che anche nel corso di uno stage di pittura, possa germogliere il seme del delitto? Eppure tra gli allievi, c’è la modella, Sonia Gluck, che lungi dal fare solo il suo lavoro, cioè posare nuda, è anche abbastanza disinibita nei propri rapporti coll’altro sesso, così da generare con parecchi dei ragazzi, dei rapporti conflittuali: c’è chi ci va a letto, c’è chi ci è già andato, c’è chi viene ricattato da lei, insomma..un bell’assortimento di potenziali assassini.
Perché sia il ricattato o i ricattati, sia chi ci sia andato a letto o chi ci vada, viene da lei posto nella condizione di nutrire nei suoi confronti, non proprio dei sentimenti amichevoli.
Così un bel giorno, Sonia è invitata a provare una scena, tratta da [...]

Leggi tutto l'articolo