Un semestre costituente per rifondare l’Europa

L’appello di Sandro Gozi  per aderire all’iniziativa “Agorà – Noi Europei”  promossa dall’Unione dei Federalisti Europei con altri 60 movimenti civici a Budapest, al fine di difendere l’Europa e lo stato di diritto contro le politiche di Orbán, è sicuramente da accogliere e sostenere con entusiasmo e convinzione. È infatti condivisibile l’idea di “unire i punti della reazione civica in Italia e in Europa” al nazionalismo e all’antieuropeismo.
Concordiamo, inoltre, che il 2018 in Europa si è chiuso male “con le divisioni sull’immigrazione e con i troppo timidi progressi sull’Euro del Consiglio europeo”: insuccessi che continuano a fomentare il sentimento antieuropeista e nazionalista. Non si può che sottoscrivere l’idea di “rifondare l’Europa” e di “costruire un’Europa sovrana e democratica, che scommetta su grandi progetti d’avvenire nell’intelligenza artificiale e per una società sostenibile; che offra opportunità soprattutto ai giovani e nuove protezioni a tutti, a cominciare da n...

Leggi tutto l'articolo