Un tram chiamato desiderio

C'è in Blanche qualcosa che ricorda una falena, un che di farinoso e ostile alla luce. Le piacciono le illusioni, le belle ombre, e le piace bere per la stessa identica ragione: per proteggersi dalla luce imperiosa, dall'orrore della realtà, perché lei è troppo delicata per sopportarla.
Olivia Laing
Alcolizzata e fragile ma ostinatamente compenetrata nel ruolo che le apparteneva - quello di donna agiata e raffinata - Blanche cede alla follia quando realizza di non avere più scampo: troppi dispiaceri le si sono aggrovigliati nella mente minando perniciosamente la capacità di fronteggiare un mondo che si è fatto ostile. Al pari di altri personaggi di Tennessee Williams anche lei ha una personalità borderline in conflitto ineludibile con le poche persone cui si rapporta; non che le si possa rimproverare alcunché, o perlomeno non più del dovuto, perché nella squallida realtà di Elysian Field il bene latita e il male è la condizione necessaria per individui che hanno scommesso su strategie...

Leggi tutto l'articolo