Un transessuale nel governo americano

Barack Obama ha di recente nominato una transessuale nella sua amministrazione.
Si tratta di Amanda Simpson, designata per l'incarico di consigliere capo del dipartimento al Commercio.
Membro del Centro Nazionale per l'Uguaglianza dei Transgender, prima di diventare donna, Simpson era un pilota collaudatore di aerei.
Vanta un'esperienza trentennale in materia di tecnologie e difesa grazie alla sua permanenza presso la Raytheon, compagnia leader nel settore dei sistemi aereospaziali.
Già presentatatasi alle elezioni per la Camera dell'Arizona, la sua candidatura non riscosse il successo sperato.
Tuttavia fu in quell'occasione che divenne delegata democratica per Hillary Clinton alla convention che, nell'agosto 2008, incoronò Barack Obama come candidato per la Casa Bianca.
"Sono molto onorata di ricevere un tale incarico - ha detto Simpson - In quanto transessuale, una delle prime nominate da un presidente a una carica federale, spero che presto anche altri transessuali ottengano dei posti federali e che il mio incarico possa aprire le porte a molte altri casi simili".
La notizia della nomina è stata immediatamente applaudita dalle organizzazioni gay e transgender americane.
Un'altra vittoria per il presidente Obama che, in materia di omosessualità, sembra aver battuto anche Mr.
Clinton.
In meno di un anno Obama ha infatti nominato 100 funzionari apertamente gay, contro i 140 scelti da Clinton durante i suoi otto anni alla Casa Bianca.

Leggi tutto l'articolo