Una copia perfetta

Di nuovo come l'anno scorso.
Stessa situazione, stessi malesseri, stesso Natale.
Andrò un po' controcorrente, ma forse non più di tanto (da ciò che mi pare di capire dai vostri commenti), ma non vedo l'ora che passino queste feste! Oggi non mi sento granchè in forma e non dal punto di vista fisico.
Mia madre è a letto.
Forma virale, ha sentenziato il dottore.
E va bene, sarà anche niente di grave, ma io, ogni volta che mia madre sta male, mi faccio prendere dal panico.
Non so perchè, anzi sì, lo so eccome! Ogni volta il mio pensiero ritorna esattamente dove non dovrebbe tornare.
E mi chiedo se non ci sia un collegamento col passato.
Lo so, non dovrei nemmeno pensarci, ma questo pensiero corre a briglie sciolte, anche prima che io riesca a rendermene conto.
Tanto per migliorare la mattinata poi ho ricevuto un ramoscello di vischio o pungitopo, non so nemmeno io cosa sia.
Che c'è di male? - penserete.
Per me assolutamente niente, ma ecco una di quelle frasi che gelano il sangue: "Se è vischio, buttalo via perchè ogni volta che il vischio è entrato in casa mia, è morto qualcuno".
Non è una frase fantastica da sentirsi dire di prima mattina? Serve a tirare su il morale, no? Meno male che non sono superstiziosa! Antonella

Leggi tutto l'articolo