Una doppia sosta romana e l'8 dicembre in tv con Tiziano Ferro

L’ultimo giro di valzer di Laura Pausini, ovvero l’ultimo ciclo di impegni prima di guadagnare un lungo sabatico per dedicarsi alla vita privata («mi fermo per due anni, mi riapproprio di una vita che non conosco.
Da quando avevo 18 anni sono in giro, ora voglio semplicemente fare la figlia ritrovando la mia famiglia»), prevede una doppia sosta romana: due date al Palalottomatica dell’Eur con debutto questa sera.
È una tappa importante del tour nato con l’uscita dell’album Primavera in anticipo (uscito un anno fa) e che coincide con la pubblicazione di un nuovo disco, Laura Live, stavolta un’antologia live a cui si aggiungono tre inediti.
Ad accompagnare la più popolare delle cantanti italiane nel mondo una band sperimentata con Paolo Carta nelle vesti di direttore musicale e chitarrista, l’altro chitarrista Gabriele Fersini, Emiliano e Matteo Bassi alla batteria e al basso, Bruno Zucchetti alle tastiere, mentre la seconda linea voci è formata dai back vocalist Roberta Granà, Emanuela Cortesi e Gianluigi Fazio.
Nel disco appena uscito ci sono i brani classici del suo repertorio, una versione di E poi («l’ho cantata per Giorgia che era presente ad un mio concerto«) e l’inedito Casomai in cui la Pausini parla della sua storia d’amore, che dura da 4 anni, con Paolo Carta.
«E’ il mio brano più intimo, dove racconto di quando ho iniziato questa storia in cui tutti mi sconsigliavano di stare con un uomo separato con figli».
Quanto al break annunciato di due anni, lei stessa mette le mani avanti: «Non so se sarò stare con le mani in mano.
Vedremo, io sono una che deve sempre far qualcosa e rinchiusa in casa comunque non mi ci vedo».
Tanto per cominciare fra pochi giorni, l’8 dicembre l’attende un impegno televisivo in coppia con Tiziano Ferro, uno show di prima serata per Raidue, mentre per giugno è prevista l’uscita del video del concertone di San Siro Amiche per l’Abruzzo, a un anno esatto dall’evento.
E a questo proposito Laura non esclude addirittura che per festeggiarlo non possa essere messo in piedi una sorta di replica.
Quanto alle polemiche per il rinvio dell’uscita di questo video, inizialmente prevista per Natale, ha smentito che ci sia malumore da parte di alcune delle partecipanti a quella serata benefica: «Sono fesserie.
Avevo avvisato qualche mia collega e altre dovevano ancora essere allertate».
Il tour dopo aver battuto l’Europa e l’Italia è destinato ad approdare negli Stati Uniti, in Canada, America Latina e Australia.
Ed è proprio in America Latina che [...]

Leggi tutto l'articolo