Una gita tra i monti 15

  Riuniti nella biblioteca, iniziarono a studiare il sistema per prendere il Grimorio di Eritrius dal leggio e per tirarlo fuori dal portale.
Secondo ciò che avevano scoperto dagli oracoli, il grimorio era protetto dall'influenza della magia, quindi dovevano usare altre soluzioni.
Dopo aver misurato l'ampiezza del cerchio, legarono il leggio con una corda, facendo il giro attorno al simbolo magico.
Dopodiché Altairon mandò Torak a prendere le porte delle stanze precedenti e una panca.
Una volta che tutto il materiale fu portato sul posto, Altairon spiegò la sua idea...
Il gruppo costruì, grazie alle porte sufficientemente lunghe e a un'ascia montata sulla cima, e a corde con cui legò l'arnese, una rudimentale ghigliottina.
E con questo congegno (e con grande fatica) riuscirono ad abbattere il leggio, facendo cadere il libro, recuperato poi grazie alle corde.
E, grazie al loro ingegno, il leggio crollò facendo cadere il libro sul meccanismo che avevano costruito.
E fu così che, grazie a un'ottima idea, il Grimorio di Eritrius giunse in mano loro.
A un rapido esame magico, Altairon si rese conto che il libro era pieno di trappole magiche, e che sarebbe stato saggio rimuoverle pazientemente prima di leggerlo...
  Lucius, nel frattempo, continuava ad osservare i movimenti del gruppo, svolazzando tranquillamente per la biblioteca.
  Altairon chiese al piccolo diavolo cosa avrebbe fatto ora che il libro era in loro possesso, e Lucius rispose che il suo compito era tenere in ordine la biblioteca, non custodire un singolo libro; nel frattempo Xiras esaminava il contenuto degli scaffali, sotto la sorveglianza della regina Katrine Ironfist...
Altairon convinse Lucius a catalogare i libri, promettendogli che lo avrebbe liberato una volta conclusa la sua missione.
Inoltre chiese alla creatura cosa sapesse di Ariel, il fantasma che infestava l'area successiva.
Il piccolo diavolo rispose dicendo che evitava qualsiasi contatto con quello spirito, e che neanche lo stesso Eritrius si avvicinava ad Ariel senza le opportune protezioni magiche, e che la presenza dello spirito era il motivo per cui Eritrius pose la sua stanza del tesoro oltre i Pilastri: lo spirito era un'ottima protezione...
  Avute queste risposte, Altairon chiese a Xiras se lui era in grado di ricreare uno di quei ragni meccanici che avevano incontrato, o se conosceva i rituali necessari a vincolare un diavolo.
La risposta del coboldo fu che la magia non era il suo campo, quindi non conosceva i rituali magici, ma avrebbe saputo ricreare una creatura simile.
Però [...]

Leggi tutto l'articolo