Una lineare applicazione, da parte della Cassazione, dello spirito informatore della Legge

Una lineare  applicazione, da parte della Cassazione, dello spirito informatore della L. n. 297/’82 sul T.F.R. (tramite l’affermazione del ricorso, per gli accantonamenti annuali, ai criteri della disciplina legale o contrattuale pro-tempore vigente)
 
1. La Corte di Cassazione nella decisione n. 3079 del 2 marzo 2001  ha stabilito, a proposito dei criteri per l’inclusione o meno dello straordinario “non occasionale” nel t.f.r., quale disciplinato innovativamente (rispetto alla vecchia indennità di anzianità ex vecchio testo art. 2120 cod. civ., secondo cui all’atto della cessazione del rapporto di lavoro al prestatore spettava una indennità calcolata sulla base dell’ultima retribuzione per tutti gli anni di servizio prestati nella stessa categoria o qualifica) il principio per cui : “ L’individuazione della retribuzione annua utile al fine del calcolo del t.f.r., per quanto concerne specificamente l’incidenza del lavoro straordinario e degli istituti contrattuali su di esso, deve oper...

Leggi tutto l'articolo