Una nuova era di libertà in Brasile

17 Novembre, 2018
Con l'elezione di Jair Messias Bolsonaro alla carica di Presidente del Brasile, una nuova era si avvicina da gennaio del prossimo anno. Un'era di libertà nell'economia, di lotta contro la corruzione in politica e il salvataggio dei valori morali tradizionali che sono stati sotto attacco per tre decenni e che si sono approfonditi dal 2003, quando il ex presidente Luiz Inacio Lula da Silva (oggi condannato al carcere per corruzione e riciclaggio di denaro) e il suo partito - il Partito dei Lavoratori, PT – hanno  asceso al potere.
Infatti il Brasile è stato per decenni sotto il dominio dei governi di sinistra, sia la sinistra più sofisticata rappresentata dalla socialdemocrazia di Fernando Henrique e il suo partito socialista Fabian (PSDB), sia la sinistra più rudimentale di Lula e della sua creatura Dilma Rousseff, che ha sofferto impeachment nel 2016, da negligenza amministrativa.
Durante questo lungo periodo, l'economia brasiliana fu intrappolata in una trappola a lu...

Leggi tutto l'articolo