Una parola ...

A volte basta una sola parola: “Vattene !” o “Ti amo” per“uccidere” gli altri o creare un miracolo … La parola è potente: in certe occasioni vale quanto un granello di sabbia, altre volte, invece, è grande e possente come un’enorme montagna.
Nel nostro mondo che straripa ogni giorno ed è intasato da miliardi di parole, non è facile destreggiarsi e soprattutto dire o scrivere parole giuste … Anche perché spesso basta un niente, una sola parola, per non capirsi e per travisare tutto … Certe parole poi s’assomigliano troppo, sembrano quasi del tutto uguali. Provate a pensare o dire, come esempio qualsiasi:“Autorevole” o “Autoritario” … Non tutti ne sanno cogliere la differenza: eppure la prima genera rispetto, attenzione o ammirazione, mentre la seconda crea distanza, negatività e apprensione. Se poi la stessa parola la metti addosso come un vestito a una persona: ecco che si generano volti, situazioni e rapporti completamente diversi.
La parola è magica quindi, ma anche pericolosa …
“Dimmi qualcosa ! … Mi accontento di poco: mi basta un gesto, solo una parola !”
Molto spesso siamo tutti dei gran “Parolài” … Qualcuno/a spesso è un vero e proprio maestro, un intenditore esperto,  un prestigiatore della parola: uno stupendo “Parolàio” talvolta incontenibile e inarrestabile … Certe lingue “tagliano e cuciono” in maniera industriale e con un’efficacia, una“taglievolezza”, e una precisione incredibile.
E’ importante, invece, andare a caccia della parola giusta … A volte è una vera e propria sfida quotidiana … Così come in certi momenti sarebbe meglio starsene zitti, non dire neanche una parola per non buttare inutilmente benzina sul fuoco … Quante volte con una sola parola abbiamo innescato terribili“incendi” ? … Ma quante volte, invece, ci siamo pentiti di non aver detto quella parolina giusta che sarebbe servita tanto in quella precisa occasione?
Quanto pesa dire e scrivere una sola parola ? … Le parole sono un patrimonio personale che può arricchirci o segnare il nostro fallimento. Serve in ogni momento un bilancino invisibile per scegliere se morsicarsi la lingua e tacere, o “dar aria ai denti” blaterando qualcosa …
“La migliore parola è quella non detta ... è il silenzio.” mi ripetevano spesso un tempo.
“Se tu mi dicessi quell’unica parola … cambierebbe la mia, la nostra vita ?” mi sono sentito dire in seguito.
A me [...]

Leggi tutto l'articolo