Una questione di coscienza

"E la coscienza era stata data all'uomo soltanto perché se ne rammaricasse nella misura in cui ciò avrebbe potuto cambiare l'avvenire.
Perché l'uomo, ogni uomo, sembrava dirgli Juan, proprio come il Messico, deve lottare senza posa per elevarsi.
Che cosa era la vita se non uno stato di guerra e la sosta di un forestiero? La rivoluzione infuria anche nella terra caliente di ciascuna anima d'uomo.
Non v'è pace che non debba pagare un congruo contributo all'inferno".Malcolm Lowry, Sotto il vulcanoDi ferite interiori attive e passive.
Ingannevoli le seconde perché edulcorate dal tempo.
E dalle uova al cioccolato.

Leggi tutto l'articolo