Una ricerca scagiona i TELEFONINI: NON PROVOCANO I TUMORI

di Anna De Gregorio Arriva dall’Istituto di Epidemologia dei Tumori della Socità Tumori danese la notizia che spiega che non ci sarebbe nessun rapporto diretto tra l’aumento dell’uso di telefonini e il numero di casi di tumore .
Per molto tempo il telefonino è stato messo sotto accusa per via di  problemi legati all’emanazione di onde magnetiche che potevano pericolosamente influire sul corpo umano e provocare anche cancro al cervello.
La ricerca è stata effettuata su migliaia di persone in un lasso di tempo piuttosto lungo: 5-10 anni.
I campioni presi in considerazione dallo studio riguardano adulti di 20 anni di Danimarca, Svezia, Finlandia e Norvegia e tra questi sono stati identificati 60.000 pazienti ai quali è stato diagnosticato un glioma e meningioma tra il 1974 e il 2003.
È quindi emerso che la frequenza dei tumori è rimasta stabile nel tempo, nonostante l’uso sempre più smisurato che quotidianamente si  fa del telefonino.
Dunque, questi risultati emersi lasciano intendere che il telefonino non è un fattore di rischio per lo sviluppo di tumori, a meno che – precisano gli esperti - non si scopra che il periodo di tempo necessario al cellulare di indurre un tumore nell’uomo sia molto più lungo degli anni presi in considerazione da questo studio.
Il telefonino, sembra cosi assolto dall’accusa di essere nocivo per la salute.
Ma – continuano gli esperti - bisogna mantenere una certa cautela, anche perché non ci si è basati su uno studio individuale del telefonino, ma solo sulla cronologia dell’arrivo e della diffusione del telefonino.

Leggi tutto l'articolo