Una tavola blu il mare con tante barche laggiù

Corpi molli, cotti dal sole, contornano due donne sonnolenti e svogliate; una delle due a un certo punto prende a canticchiare:

Una tavola blu il mare con tante barche laggiù, te la ricordi?
No, non mi dice niente. Chi la cantava?
Baglioni.
Baglioni? Parbleu!
E dai, non c'è bisogno di tanto sarcasmo...e comunque Baglioni ha scritto pure cose buone.
Tipo?
Tipo Mille giorni di te e di me o...
Passerotto non andare via.
Ride un po' sprezzante la mia amica e si riappropria degli auricolari come a voler nobilitare la figura con un De André d'annata. Lei è una che non le manda a dire e questo mi piace particolarmente, tuttavia le rimprovero un rigore spesso eccessivo, come questo nei confronti di canzoni che hanno la sola colpa di omaggiare l'estate aggettivandola di blu. Per cui le faccio notare che:

Siamo d'accordo che si tratta di formule abusate ma non tutti sono nati per presiedere un'aula magna a parlare del big bang.
Certo, ma non c'è nemmeno bisogno di essere...

Leggi tutto l'articolo