Una traccia per il manifesto

      Ecco una traccia per il manifesto con le idee da cui prendere spunto.
Davvero ottimo il lavoro di Luca che si trova in questa sezione come commento! Ho messo tra parentesi l'autore delle frasi in modo da consentire a chi collabora alla redazione del manifesto di rintracciarle nel loro contesto.
Notate che il primo punto riguarda la spiritualità dell'arte, un concetto che è emerso nella quasi totalità delle idee pervenute.
I punti della traccia sono profondamente connessi tra di loro: innocuità, spirutualità, etica e bellezza sono aspetti di un'unica realtà.
  Mi sono concentrato sopratutto sulle idee.
Nel finale del manifesto si parlerà in modo sintetico delle attività concrete che vogliamo intraprendere.
  Spero nel giro di una settimana di avere pronta una bozza...
  A presto, Alessandro   1) L’arte e la spiritualità   Non ci dovrebbe essere Arte senza spiritualità; senza energie spirituali che occultamente ne danno il senso, la nota prima e saliente.
Lo stile rimane sulla superficie, la spiritualità dell’Arte dovrebbe detenere i contenuti dell’Arte stessa.
(Noemi)   La vera arte rappresenta il mondo sensibile nel soprasensibile, e il soprasensibile in quello sensibile.
 (Daniela)   L’artista può elevare gli umani a Dio non è cosa da mettere in secondo piano,  può metterli nelle condizioni di avere rivelazioni  (Jadeli)     E’ necessario superare quell’idea distorta che vede nell’arte un puro godimento dei sensi, un esercizio virtuosistico e superficiale, recuperando invece la funzione dell’arte quale medium tra cielo e terra, spirito e materia.
(Alessandro)   Una bellezza oggettiva secondo i canoni fisici in uso non è vera bellezza se crea sentimenti di disunione e disarmonia.
L’intuizione della Divinità che scaturisce nel momento dell’osservazione è una condizione di distinzione tra vera bellezza e esercizio di vanità.
(Luca) 2) Sulla natura della bellezza Nel suo senso più profondo, la bellezza genera un senso di riflessione benevola sul significato della propria esistenza dentro il mondo naturale.
(Luca) E’ bello ciò che mette in armonia con il tutto, che dà un senso di unione con il Divino, che nell’oggetto dell’osservazione fa vedere la qualità divina.
(Luca) Bellezza non è ciò che crea attrazione per l’oggetto in se stesso, ma ciò che crea attrazione per una qualità più elevata che non appartiene né all’oggetto ne all’osservatore, che va al di sopra di questo ed è generata dal rapporto tra i due.
(Luca) La bellezza nasce dall’ [...]

Leggi tutto l'articolo