Uomo islamico umilia infermiera: "Abbassa la testa, sei una donna"

L'infermiera probabilmente non credeva alle sue orecchie. Forse per un attimo ha pensato di essere ritornata nel Medioevo. Poi ha realizzato di essere nel 2018 e ha capito che quella frase misogina e terribilmente maschilista pronunciata da un uomo islamico, "abbassa lo sguardo quando parli come me, sei una donna", era rivolta proprio a lei.
Siamo a Saronno, provincia di Varese. Un uomo e sua sorella accompagnano la madre al pronto soccorso. Entrambe, madre e figlia, indossano il velo integrale, simbolo della sottomissione della donna secondo la dottrina islamica. L'infermiera somministra alla signora un antidolorifico e la inserisce in codice verde, quelli per casi meno gravi. Dopodiché va a riferire all'uomo le condizioni della madre e ciò che era stato fatto per curarla. Non ci sarebbe aspettato un grazie da parte dei familiari, perché l'infermiera ha solo fatto il suo lavoro. Ma un minimo di rispetto per chi si prodiga ogni giorno per curare i malati sarebbe dovuto.
E invece l'uo...

Leggi tutto l'articolo