Usa: Sale a 9 Numero Vittime Crollo Ponte Sul Mississipi

E' salito ad almeno nove morti, oltre 60 feriti e 20 dispersi il bilancio del crollo di un ponte sul Mississippi che univa le metropoli di Minneapolis e Saint Paul, nel Minnesota.
E' quanto riporta il quotidiano Star-Tribune, spiegando che le autorita' statali ''si aspettano che il bilancio delle vittime aumenti''.
Tra i 50 e i 60 erano i veicoli che si trovavano sul ponte all'ora di punta di ieri quando il ponte e' crollato: 18,05 di ieri ora locale, quando in Italia era appena passata l'una del mattino di oggi, le otto corsie autostradali del ponte erano invase dal traffico, quando all'improvviso i pilastri di sostegno in acciaio hanno ceduto, e una campata in cemento armato di circa 500 metri di lunghezza e' crollata, trascinando ogni cosa con se'.
Testimoni superstiti hanno raccontato che il disastro e' stato accompagnato da uno spaventoso boato.
Ignote per il momento le cause della sciagura, che sono in corso di accertamento: si ipotizzano tuttavia problemi strutturali; il ponte, costruito quarant'anni fa, era da mesi sottoposto a lavori di manutenzione e riparazione.
Un portavoce del ministero federale per la Sicurezza Interna, Russ Knocke, ha escluso comunque qualsiasi matrice terrotistica per quanto accaduto.
Non si e' dunque trattato di un attentato, ma di una tragica fatalita'.
Il governatore dello Stato Usa, Tim Pawlenty, ha dichiarato che il ponte era stato ispezionato per l'ultima volta nel 2006, senza che fossero emersi difetti o vizi tecnici significativi.
Drammatica la scena che si e' presentata ai soccorritori, con auto, camion e pullman sepolti sotto alle macerie, giganteschi blocchi di calcestruzzo che li hanno ridotti ad ammassi di lamiere contorte, e altri rimasti sospesi nel vuoto, in bilico sull'orlo dei monconi della campata abbattutasi.

Leggi tutto l'articolo