Usa 2020, Bloomberg e Hillary non si candideranno

Michael Bloomberg e Hillary Clinton non si candideranno per le elezioni presidenziali del 2020.
A mettere la pietra tombale sull’ipotesi di una discesa in campo sono stati gli stessi protagonisti: l’ex sindaco di New York con un comunicato a sorpresa postato su Twitter in cui ha escluso quelli che tutti si attendevano; l’ex first lady in un’intervista televisiva con cui ha spento definitivamente tutti i rumor degli ultimi mesi, quelli che parlavano di una possibile rivincita nei confronti di Donald Trump.
Sia Bloomberg sia Clinton non hanno però alcuna intenzione di farsi da parte, e ognuno a suo modo porterà avanti la battaglia contro il tycoon, battendosi perchè la Casa Bianca sia riconquistata dai democratici.
Per il miliardario tre volte sindaco della Grande Mela questo sarà possibile solo se i democratici sapranno scegliere un leader veramente all’altezza e che non arrivi allo scontro finale del novembre 2020 non eccessivamente logorato dalle primarie del partito.
Lui intanto è disposto ancora una volta a mettere a disposizione la sua immensa ricchezza personale, organizzando e finanziando l’opposizione a Trump che definisce “una minaccia per il Paese”.