Ustica, a giudizio ex sindaco

Rassegna stampa TRIBUNALE.
Omissione d'atti d'ufficio aggravata dall'articolo 586 del codice penale: morte come conseguenza di altro delitto Palermo Cronaca 26 Febbraio 2016 Ragazzi morti annegati: a giudizio ex sindaco di Ustica http://palermo.gds.it/ PALERMO.
L'ex sindaco di Ustica, Aldo Messina, è stato rinviato a giudizio davanti alla terza sezione del tribunale di Palermo (il processo comincerà il 4 aprile) per omissione d'atti d'ufficio aggravata dall'articolo 586 del codice penale: morte come conseguenza di altro delitto.
Il 10 agosto del 2012, morirono due ragazzi di 14 anni - Sta Fedi, di origini tunisine, e Bartolomeo Licciardi - che si erano impossessati di un'auto parcheggiata vicino al molo dove attraccano gli aliscafi, e per inesperienza o per una manovra sbagliata, forse in retromarcia, finirono in mare. Leggi tutto Due ragazzi morti a Ustica, ex sindaco rinviato a giudizio http://palermo.blogsicilia.it/ IL PROCESSO. (PALERMO) - L'ex sindaco di Ustica, Aldo Messina, è stato rinviato a giudizio davanti alla terza sezione del tribunale di Palermo (il processo comincerà il 4 aprile) per omissione d'atti d'ufficio aggravata dall'articolo 586 del codice penale: morte come conseguenza di altro delitto.
Il 10 agosto del 2012, morirono due ragazzi di 14 anni - Sta Fedi, di origini tunisine, e Bartolomeo Licciardi.
Leggi tutto Ragazzi annegati ad Ustica, ex sindaco a giudizio. http://livesicilia.it/ Leggi tutto Ragazzi annegati con l'auto in mare, a giudizio l'ex sindaco di Ustica.
A nulla valsero i soccorsi: i due rimasero intrappolati nella Fiat Panda che si capovolse sul fondo e morirono.
http://palermo.repubblica.it Leggi tutto Disastro ambientale, a giudizio l'ex sindaco di Ustica palermo.repubblica.it/ 30.10.2014 Il gup Fernando Sestito ha deciso il processo per Aldo Messina e i due capi dell'ufficio tecnico comunale Giacomo Pignatone e Vincenzo Rubbio.
La stazione di trasferenza dell'isola sarebbe stata trasformata dal 2008 in discarica abusiva di ROMINA MARCECA.
Leggi tutto

Leggi tutto l'articolo