VICO DEL GARGANO... un anno dopo.

Agosto 2014, vacanza a Vico Del Gargano  tra paese, mare e gastronomia locale...
ancora nella mente le giornate al lido Marechiaro Beach, le lunghe passeggiate nel centro storico ed in giro sino a Peschici alla ricerca di ristoranti e prodotti tipici della zona come il Caciocavallo Podolico, Pomodori secchi e Salicornia.
Si era ritornati alla vita quotidiana con una promessa nel cuore...
" quella di ritornare quanto prima"! 28 Maggio 2015, quinto anniversario di matrimonio come festeggiarlo al meglio se non ritornate a Vico?? Ed eccoci per il week and del 30/31 maggio.
Prima tappa , Rodi del Gargano, "I fritti di Mina", calzoncini fritti con bufala e pomodori secchi, ottimo anche se, come l'anno scorso  troppo piccolo per il prezzo di € 3,50.
Sosta per il pernottamento da Mario al "B&B  Vico Vacanze".
Ad accoglierci sempre lui col sorriso raggiante dell'amico di vecchia data che ci fa sentire come a casa.
Appena entrati in camera, aperitivo di benvenuto con stuzzichini salati e ciliegie del proprio orto, fantastiche!!! Giro al centro storico e ritorno a "I Duej Port"...
il locale si presenta come una pizzeria take away, non sono presenti né tavoli all'esterno né all'interno.
 Chiediamo se è possibile mangiare lì; ci fanno accomodare su un tavolino in plastica.
Il menù cartaceo è quello dell'estate precedente, pieno di portate e piatti tipici come il caciocavallo podolico al forno, ma è possibile prendere solo pizza o Paposcia; ci accontentiamo di quest'ultima  con pomodori secchi, siliconica,  rucola, melanzane, zucchine e caciocavallo...
ma ai primi bocconi ci accorgiamo che manca qualcosa...
la rucola!!! Mi chiedo  " è sempre così durante tutto il resto dell'anno ...
bisogna ritornare solo in piena estate???".
Mattino al B&B,  colazione splendida tra cornetti, crostate, spremute e caffè.
Pur essendo fine maggio ci concediamo questa giornata al lido Marechiaro beach già aperto per l'inizio della stagione estiva. Ore 13, pranzo al lido!!! Ai due camerieri dell'anno scorso si è aggiunto un terzo, non avente però la stessa empatia... Ordiniamo i primi, il menù modificato presenta comunque un richiamo a quello precedente.
La presentazione è semplice e subito si nota la ridotta quantità rispetto al passato, inoltre il cambio dello Chef è evidente nel gusto e nel troppo dosaggio di olio.
 Questo ci spinge a non prendere altro, solo un caffè.
Conclusione, parlando con la cameriera la gestione mira ad ottenere un ambiente più raffinato pur essendo un lido, mi chiedo quale ne sia il bisogno??? Quello [...]

Leggi tutto l'articolo