Vallarsa - News

20/08/09 - Articolo dal quotidiano "Trentino"
Caschi di sicurezza calati in testa, guanti da lavoro, torce elettriche alla mano, pieni di polvere e sudore.
Sembrano quasi minatori i venticinque volontari della Sat, tra cui alcuni membri del Soccorso alpino e speleologi del gruppo “Roner”, che stanno spendendo le proprie ferie nel duro lavoro di recupero delle fortificazioni realizzate dall’esercito austro-ungarico sul monte Testo.
Saliti a Ferragosto, si fermeranno in loco fino a domenica.
La loro è un’opera importante, che ha già portato alla luce tre livelli di gallerie, collegate tra loro con scalinate in cemento armato e in legno, dotate di vere e proprie stanze, alcune delle quali si affacciano sulla valle sottostante: attraverso strette feritoie i soldati austriaci puntavano le truppe italiane all’assalto.
Nessuno finora ha mai mappato gli scavi realizzati dalle truppe del Kaiser.
Impossibile, del resto, addentrarsi tra le volte crollate per successivi sommovimenti della montagna...

Leggi tutto l'articolo