Varacalli ai domiciliari, resta a rischio il posto di 113 guardie

Cronaca
16 ottobre 2019
Varacalli ai domiciliari, resta a rischio il posto di 113 guardie
Libera la figlia potrà gestire la Group Service. I sindacati incontrano il Prefetto.


Varacalli ai domiciliari, resta a rischio il posto di 113 guardie.
Scarcerato
E’ stato scarcerato ed è finito ai domiciliari, Nicola Varacalli, l’imprenditore biellese, titolare della Group Service 2000, coinvolto nell’inchiesta «Leonessa» della Direzione Distrettuale Antimafia di Brescia. L’ex moglie Tiziana Pasquali e la figlia Sonia, peraltro cointestataria della licenza prefettizia per poter operare con la società di vigilanza e in un primo momento destinataria del provvedimento dei domiciliari, sono tornate in piena libertà.
L’interrogatorio
A convincere i magistrati ad ammorbidire i provvedimento nei confronti di padre e figlia, è stato il lungo interrogatorio al quale entrambi sono stati sottoposti. Sarebbe stata dimostrata senza ombra alcuna la totale estraneità del noto imprenditore biellese ri...

Leggi tutto l'articolo