Vasco Rossi concerto a Milano, una bomba che accende San Siro e trascina i 60mila

Una bomba punk rock a San Siro. Musica, luci, suoni. Uno spettacolo dall’inizio alla fine. Così Vasco piomba sul pubblico dello stadio milanese. Se lo conquista dalla prima canzone. Spacca l’orologio (20.45) quando appare sul palco, come fosse uscito da Blade Runner. Salta, canta, suona. Cori, urla, battiti di mani: sono 57.500 ad affollare lo stadio milanese. Un sold out annunciato da mesi, con biglietti introvabili.
È la prima data ufficiale, prima delle sei previste (e dopo quella di Prova di Lignano Sabbiadoro). Inizia con “Qui si fa la storia”: “La disperazione è già qui/C’è solo un modo / che io conosco/ la disperazione la soffochi con me”. É il manifesto di questo Vasco Non stop tour 019. Chiaro dalla prima canzone, ma ancora più esplicito con il video che scorre dietro di "Mi si escludeva”: un corvo nero con la telecamere in testa, ma il riferimento va a lui stesso: «mi dicevano che ero il male, mi sputavano e le mie canzoni erano state vietate».
I temi sono l’integrazione, l...

Leggi tutto l'articolo