Vederci, parlarci con gli occhi

Strana la vita quando nei momenti in cui vorremo dirci qualcosa d'importante orecchie indiscrete son di fronte a noi e ci parliamo con gli occhi, come se percorressimo dei canali o fossimo nelle calle veneziane circondati da migliaia di curiosi
Come un acrobata mi ritrovo a cercare le parole, quelle stesse  che potrei dirti con un solo sguardo, con una carezza per poi iniziare a dire un "Tu" o chiamarti per nome al solo scopo di guadagnare tempo.
Oggi mi sento il fiume che non ha paura di diventare mare, sto vivendo la certezza di una fonte inesauribile per cui il mio dare diventa naturale,  nel solo avere non c'è gioia.
Che bello pensarsi vivi e capaci di dare qualcosa,  è iniezione di giovinezza, è come se avessi la capacità di prenderti per mano e condurti verso un orizzonte da esplorare, con la mia stanchezza, per i più è magia pensarlo.
Oggi cosa sarebbe la mia esistenza se non avessi un confronto continuo, colorato, col mio sogno?, vivrei in funzione di un orologio meccani...

Leggi tutto l'articolo