Veglia ecumenica dell'arcivescovo Castoro a Ischitella

Veglia ecumenica dell'arcivescovo Castoro a Ischitella mercoledì 22 gennaio 2014 ore 16:38 Nella serata del 21/1/2014 nella chiesa di Santa Maria Maggiore d'Ischitella si è celebrata la settimana di preghiera per l'unità dei cristiani che è iniziata il 18 corrente mese e terminerà il 25 dello stesso mese.
Toccanti e significative le parole dell'Arcivescovo Castoro che ha illustrato e spiegato le motivazioni di questa riuscita celebrazione.
La preparazione liturgica ha affermato" è stata preparata in Canada e in particolare nella regione del "Quebeck" dove risiedono sacerdoti di origine francese,che discendono dagli abitanti originari del Canada," gli Irachesi" per i quali la parola "CANADA" SIGNIFICA VILLAGGIO" e gli abitanti del mondo altro non sono che gli abitanti d un villaggio che quando si riuniscono pregano in un questo vasto villaggio globale pieno di bellezza,amore lotta e speranza.
Sull'esempio del Canada anche in Puglia è stata preparata la giornata ecumenica .
Ritrovarci in preghiera per l'unità dei valori cristiani significa trovare l'energia che ci dona Gesù Cristo perchè solo con la sua forza e il suo amore possiamo trovare la forza per crescere insieme .
E ciò che è accaduto in Canada per volontà dei nativi ed emigrati nella loro comunità che ha molte chiese e un territorio molto vasto.
Quindi anche da noi uniti in preghiera abbiamo voluto ripercorrere e condividere questi momenti per pregare insieme uniti in cammino verso Dio.
Il rituale di celebrazione e di preghiera ha avuto delle fasi in cui i fedeli si sono girati in varie direzioni .La veglia di preghiera dono dell'unità tema centrale delle parole dell'Arcivescovo che ha fatto un “excursus storico” sui tentativi fatti per arrivare all'unità della chiesa senza trascurare di parlare delle divisioni che ci sono state all'interno della stessa.
L'impegno di noi cristiani è quindi quello di ognuno di noi farsi portavoce e messaggero di questa esperienza di dono di Dio in sintonia con i nostri fratelli del Canada.
Alla veglia hanno partecipato tutti i sacerdoti del Gargano Nord e padre Pietro da Pulsano che ha predicato lo stessa tema dell’Arcivescovo che ha concluso ringraziando tutti presenti e in particolare Don Tino per la riuscita della celebrazione,la chiesa infatti, era affollatissima di fedeli anche provenienti dai comuni limitrofi e si è augurato che il prossimo incontro fra Papa Francesco e Bartolomeo I ,patriarca di Costantinopoli possa mettere il sigillo alla realizzazione dell’unità dei cristiani.
Giuseppe Laganella

Leggi tutto l'articolo