Veltroni...

La politica fa parte delle mie passioni.
Non chiedemi come ci si possa appassionare a una materia così marcia in Italia, in grado di dare le stesse soddisfazioni di un calcio nelle balle.
E' difficile spiegare certe sensazioni senza viverle, e la mia è nata pian piano negli anni.
Se non fossi un idealista dire che magari in futuro potrei pure buttarmici, ma poi mi ricordo che gli idealisti sono tagliati fuori per principio...
Così, tanto per dare un lancio di attualità e far capire come la penso, posto la risposta che ho dato a un amico a una domanda di attualità...
  " - Pd da solo alle elezioni, cosa ne pensi?   - Sinceramente la mossa di Veltroni è un suicidio con la legge elettorale vigente.
Ma c'è da dire che per suicidarsi ci vuole prima un vivo, suicidare un cadevere è un tantino complicato.
Quindi interpreto questa mossa come la sincerità di chi non ha nulla da perdere e preferisce fare il proprio gioco da solo sapendo che comunque è fottuto.
Personalmente non voterò PD, un partito troppo legato al centro clericale (immagino che la Binetti sarà ancora in lista), un partito dei troppi SI senza rifletterci su troppo, un partito che sorride troppo facilmente a un avversario inguardabile (a oggi, per il futuro si spera sempre in meglio).
Quindi spero che più a sinistra siano così furbi da fare un partito unitario, che sia cosa rossa o partito arcobaleno o come volete e non ci sia il ridicolo di vedere 2/4 partiti comunisti, in Italia, nel 2008.
In quel caso allora facilmente li voto preparandomi lo stesso a 5 anni di editti bulgari, condoni, attacchi alla cultura e altre pregevolezze.
Altrimenti diventa grigia scegliere, forse Di Pietro per la sua onestà, ma sinceramente in qualsiasi caso la si vede siamo alla frutta...
 

Leggi tutto l'articolo