Verissimo: Irama parla di Giulia De Lellis e conferma la rottura su Instagram

Ospite di Verissimo, Irama parla della sua storia di Giulia De Lellis.
Un'intervista che arriva prima della rottura, ormai confermata.
Poco prima di sedersi nel salotto di Silvia Toffanin, Irama ha infatti affidato ai social i suoi sentimenti, facendo una richiesta ai tanti (e soprattutto alle tante) che lo seguono.
"La mia storia con Giulia si è conclusa tempo fa e di comune accordo.
Siamo in buoni rapporti e ci vogliamo bene, ma abbiamo capito che non possiamo proseguire insieme.
Spero che questa comunicazione serva a far cessare i continui pettegolezzi e i pedinamenti che mi seguono fino all'estero.
Questo non è il mio mondo.
Se volete parlare di me, ascoltate le mie canzoni", recitava una sua storia su Instagram, come a voler lanciare un appello ai fan.
La storia tra Irama e Giulia De Lellis è naufragata qualche tempo fa, sebbene l'ufficialità sia arrivata solo di recente.
Si vocifera di un riavvicinamento tra l'influencer e l'ex storico Andrea Damante, e di una cena del cantante con Victoria Stella Doritou, ex dell'ora tronista di Uomini e Donne Andrea Zelletta.
Seduto nel salotto di Silvia Toffanin, Irama racconta della sua esperienza a Sanremo, di quel messaggio di Maria De Filippi (che lo chiama "paranoia"), della sua conoscenza con Mahmood - che al Festival ha trionfato -, di un tour già tutto sold-out.
Ma, soprattutto, parla delle sue canzoni.
La conduttrice tv le chiede se "Bella e rovinata" non sia dedicata a Giulia De Lellis, ma lui risponde che no, quella canzone l'ha scritta prima di icontrarla.
«Parla di una donna rovinata da una storia d'amore precedente, che ha dei vestiti da sfilata, e io ho pensato subito a lei», lo incalza la Toffanin.
Ma Irama non si scompone: «Tutti abbiamo avuto storie finite male, e tutte le donne ci tengono a vestirsi bene», conferma.
«Siamo due ragazzi che si stanno conoscendo, va tutto bene.
Sto meglio con una donna a fianco, le donne ci aiutano molto: senza le donne io sarei un casino, sin dalla mia nascita.
Ho incontrato Giulia in un appartamento, mentre stavo scegliendo le foto per un mio progetto.
Lei è entrata, e ci siamo salutati», ricorda.
Un ricordo che, oggi, ha il sapore amaro dell'addio.

Leggi tutto l'articolo