Vertenza vigilantes, i lavoratori ‘scaricano’ i sindacati...

Cronaca 02/02/2011 Vertenza vigilantes, i lavoratori ‘scaricano’ i sindacati e costituiscono un “Comitato spontaneo” La prima uscita ufficiale del nuovo organismo si terrà venerdì prossimo presso l’Aula consiliare del Comune «per definire una volta per tutte le dinamiche propedeutiche alla ricollocazione dei lavoratori» Sarà il “Comitato spontaneo Lavoratori della Vigilanza” a portare avanti la vertenza intrapresa dagli oltre 80 vigilantes a rischio disoccupazione.
Almeno 50, ma il numero è destinato a crescere, ex dipendenti della de “il Detective srl” hanno, infatti, deciso di ‘scaricare’ i sindacati ed ‘autogestirsi’.
I lavoratori dell’istituto di vigilanza privata sono in fermento a causa delle incertezze relative alle procedure per il trasferimento di appalto a favore dell’Ati “Ksm Spa/Mondialpole Spa” del servizio integrato di vigilanza armata, custodia e portierato presso i locali dell’Università di Messina.
Nonostante la proroga concessa dall’ateneo a “Il Detective” per consentire lo svolgimento delle procedure di trasferimento che dovrebbero garantire il mantenimento dei livelli occupazionali - secondo i vigilantes , fino ad oggi non si è riusciti a definire la ricollocazione.
«La costituzione del Comitato – si legge in un documento inviato alle due società di vigilanza, alle organizzazioni sindacali, al Prefetto, al Rettore e all’Ufficio provinciale del Lavoro- si è resa necessaria per mettere fine alle diatribe intersindacali alle quali siamo costretti ad assistere in una fase che vede compromesso il nostro futuro lavorativo ed il sostentamento delle nostre famiglie».
Il Comitato sarà composto da i lavoratori Lorenzo Anterini, Vincenzo Cordaro, Giuseppe Mancuso.
L’incarico di tecnico fiduciario del Comitato è stato invece affidato a Mariano Massaro che «si è impegnato a rappresentare tecnicamente il Comitato al di fuori del ruolo di rappresentante della propria sigla sindacale».
La prima uscita ufficiale del nuovo organismo si terrà venerdì prossimo presso l’Aula consiliare del Comune «per definire una volta per tutte le dinamiche propedeutiche alla ricollocazione dei lavoratori.
Sarà l’occasione utile a tutti- si legge testualmente nel documento- per dimostrare la dichiarata volontà al rispetto delle leggi e dei diritti dei lavoratori»

Leggi tutto l'articolo