Vettel campione del mondo. Alonso: che errore non attaccare

Il tedesco della Red Bull vince ad Abu Dhabi ed è il più giovane campione del Mondo della storia della Formula 1.
Lo spagnolo, solo settimo, butta al vento la possibilità di conquistare il titolo al primo anno in Ferrari: abbiamo copiato Webber Sebastian Vettel, il tedesco della Red Bull, vince ad Abu Dhabi ed è campione del Mondo.
Fernando Alonso arriva solamente settimo e getta al vento la possibilità di vincere il titolo alla sua prima stagione con la Ferrari.
Una domenica da dimenticare, insomma, per la Rossa di Maranello, arrivata a giocarsi il titolo all'ultima gara dopo un inizio di stagione privo di soddisfazioni per il Cavallino rampante.
A caldo, Alonso (delusissimo) dice la sua: "Abbiamo copiato la  strategia di Webber e invece dovevamo imitare quella di Button, non  dovevamo difenderci.
Il nostro primo posto era irreale.
Era una posizione troppo alta per quello che meritavamo".
Il pilota spagnolo, arrivato ad Abu Dhabi come leader iridato, ha perso il titolo con il settimo posto nell'ultima gara dell'anno.
"Oggi è andato tutto storto", dice l'asturiano.
"Al via Vettel ha mantenuto la prima posizione.
La nostra strategia prevedeva di marcare Webber, ma abbiamo finito per trovare traffico", dice Alonso facendo riferimento alla tattica che  ha dato risultati disastrosi.
Lo spagnolo si è infatti fermato subito dopo la Red Bull di Mark Webber ed è rimasto imbottigliato per tutto il giorno alle spalle della Renault di Vitaly Petrov.
Se avesse optato per un copione più aggressivo, come quello che ha consentito alla McLaren-Mercedes di  portare Jenson Button al terzo posto, forse la stagione avrebbe avuto un epilogo differente.
"Dovevamo fare come Button, non dovevamo difenderci.
A posteriori, però, è semplice definire la strategia.
Qualche volta le cose funzionano, qualche volta non vanno per il verso giusto.
Quando mi sono fermato, ci siamo resi conto che Petrov e  Rosberg avevano già effettuato il pit-stop ed erano molto veloci".
Nella seconda parte del Mondiale Fernando Alonso (dopo la vittoria in Bahrain all'apertura del Mondiale) ha conquistato un poker di vittorie che l'aveva portato a comandare la leadership mondiale.
All'ultima gara era in testa davanti a Mark Webber, con Sebastian Vettel solamente terzo e con poche chanche per la vittoria finale.
Ma a spuntarla è stato proprio lui: il 23enne di Heppenheim, al quinto successo stagionale e al decimo complessivo, con 256 punti può festeggiare il titolo.
Un trionfo da record perché è anche diventato il più giovane campione del Mondo della [...]

Leggi tutto l'articolo