Vettel su RedBull in pole, Alonso terzo

  La seconda gara della stagione si disputerà al tramonto.
i piloti protestano.
Al secondo posto l'altra RedBull,di Webber, quarto Rosberg su Mercedes, quinto Massa       MELBOURNE - Il pilota tedesco Sebastian Vettel, alla guida di una Red Bull, si è assicurato la pole position nel Gran Premio d’Australia di Formula Uno, con il tempo di un minuto, 23 secondi e 919 centesimi.
Vettel ha preceduto di un decimo il compagno di scuderia Mark Webber; terzo e quinto posto per le Ferrari, rispettivamente con Fernando Alonso e Felipe Massa, separati da Nico Rosberg su Mercedes; sesto, sempre su Mercedes, Michael Schumacher.
«IN GARA CONTERANNO LE GOMME» - «Sono molto felice, vediamo come andrà domani, ho fatto un gran giro.
Io in pole e Mark (Webber, ndr) secondo è il massimo per il team.
Sarà una gara lunga, sarà importante la gestione delle gomme e vedere cosa accadrà tra possibili incidenti e safety car in pista».
È visibilmente soddisfatto il pilota della Red Bull, Sebastian Vettel, che in Australia ha conquistato la sua seconda pole position consecutiva dopo quella in Bahrain.
«Domani proverò a vincere - aggiunge il giovane pilota tedesco nella conferenza Fia dopo le qualifiche - questo è chiaro».
Felice anche il compagno di squadra Mark Webber per la prima fila targata Red Bull: «la seconda posizione è un bel risultato - sottolinea il pilota australiano - ringrazio il team per il bel lavoro fatto».
GARA AL TRAMONTO - Il semaforo verde del Gran Premio d'Australia si accenderà alle 17 (ora locale).
Per esigenze televisive.
Ai piloti l'idea non piace per niente: «Far svolgere la gara così tardi - spiega Felipe Massa - vuol dire che la visibilità va peggiorando verso la fine.
Ricordo come l'anno scorso fosse quasi impossibile vedere le linee bianche del circuito mentre il sole tramontava».
I PILOTI - Alonso e Massa puntano sull'affidabilità delle loro vetture.
«Sicuramente - ammette il pilota spagnolo - avere una macchina molto affidabile come la nostra fino ad ora ci dà molta fiducia per poter finire qui la gara.
L'affidabilità non è mai al 100%, ma qui siamo ad un livello altissimo e speriamo di continuare così».
Montezemolo ha invitato tutti alla calma dopo la doppietta in Bahrain.
«Ha ragione, la stagione è appena cominciata - conferma Alonso.
- È stato molto bello arrivare primo e secondo a Sakhir, ma è solo l'inizio di un lungo campionato in cui dobbiamo lavorare ancora molto, spingere nello sviluppo della macchina.
Penso che i nostri rivali sono forti: Red Bull, Mercedes e McLaren [...]

Leggi tutto l'articolo